Pomodori


Caratteristiche generali Il pomodoro è un ortaggio della famiglia delle Solinacee, di cui si consuma la bacca carnosa, di colore verde o rosso. Originario dell’America Latina, inizialmente si diffuse in Europa come pianta ornamentale, fino a diventare, ad oggi, l’ortaggio più caratteristico della cucina mediterranea. Tipi/Varietà Esistono molte varietà di pomodoro, che possono essere suddivise per forma (costoluti, tondi lisci, allungati) e uso (da insalata, da salsa). Citiamo, tra gli altri: • San Marzano: ideale per sughi e conserve, dalla forma allungata. • Insalataro: verde e tondeggiante, caratterizzato da costole, ottimo per insalate o da cucinare ripieno. • Camone: pomodorino verde per insalate, si trovano anche in inverno. • Ciliegino: dalla caratteristica forma tonda, di piccole dimensioni, particolarmente dolci. • Cuore di bue: allungato e costoluto, ideale per insalate. Uso in cucina Il pomodoro trova largo uso in cucina sia crudo, nella preparazione di insalate, che cotto, in particolar modo per i sughi da pasta asciutta. Sposo per eccellenza della mozzarella, nella caprese come nella pizza margherita, il pomodoro è cucinato anche ripieno in forno, alla brace, come base per minestre, fino ai cocktail (il Bloody Mary). Per un pratico utilizzo durante tutto l’anno, il pomodoro è conservato, sia a livello industriale che casalingo, sotto forma di pelati, passata o pezzettoni. Curiosità Il pomodoro è ricco di vitamine, in particolar modo A e C, che si concentrano nella zona gelatinosa attorno ai semi: per questo, per godere delle proprietà benefiche dell’ortaggio crudo, è opportuno non scartarli, come spesso avviene perché risultano poco digeribili a molte persone. Una curiosità sul nome Il pomodoro è stato considerato a lungo un alimento dagli elevati poteri afrodisiaci, al punto da essere regalati alle dame: in tutta Europa ha assunto nomi legati all’amore: Love apple, Pomme d’amour, Libesapfel… e in Italia, appunto, Pomo d’oro.